Sabrina Pasterski, la ragazza che è stata definita “il nuovo Albert Einstein”

0
203

Una delle cose che le brillanti menti del MIT sono chiamate a fare – oltre a esplorare l’universo e costruire gadget futuristici – è confermare la sicurezza dei veicoli volanti e capire se siano a norma di legge.

Quindi quando Sabrina Pasterski varcò la soglia degli uffici del MIT per ottenere l’ok riguardo ad un velivolo da lei costruito, poteva trattarsi di una semplice formalità, se non fosse che al tempo Sabrina aveva soltanto 14 anni ed era già una pilota esperta. “Non riuscivo a crederci” ricorda Peggy Udden, dipendente agli uffici del MIT, “Non soltanto perché fosse così giovane, ma anche perché era una ragazza.”

Malgrado le dichiarazioni di Udden (da cui noi ci dissociamo), le ragazze al MIT non sono per niente rare, anzi sono circa il 50% dei laureandi.

Ma Pasterski aveva qualcosa di particolare, che spinse Udden non soltanto ad approvare il suo aereo, ma ad attirare l’attenzione dei quartieri alti del MIT; oggi, 8 anni dopo, la 22enne Pasterski è già laureata al MIT e sta studiando ad Harvard, ed ha letteralmente stupito il mondo della fisica.

Di che si occupa Sabrina?

Sabrina sta attualmente esplorando alcuni dei più impegnativi interrogativi della fisica teorica, analogamente a come fecero Stephen Hawking e Albert Einstein all’inizio della loro carriera.

I soggetti della sua ricerca sono i buchi neri, la gravità e lo spazio-tempo. Un argomento particolare su cui la ragazza si sta concentrando è la “gravità quantistica”, ovvero la spiegazione del fenomeno della gravità nel contesto della meccanica quantistica.

Nuove scoperte in questo ambito potrebbero cambiare la nostra comprensione dell’universo in maniera rivoluzionaria.

Pasterski ha inoltre attirato l’attenzione della NASA e di Jeff Bezos, fondatore di Amazon e imprenditore aerospaziale, che le ha promesso un impiego nel caso fosse stata interessata.

Pasterski non ama stare sotto i riflettori

A meno che non siate addetti ai lavori nel mondo della fisica e abbiate sentito parlare di “simmetria semiclassica di Virasoro della matrice quantica S” (uno degli argomenti dei suoi articoli), potreste non aver mai sentito parlare di Sabrina.

La Cubano-Statunitense proviene dai sobborghi di Chicago, non è su Facebook, Linkedin o Instragram e addirittura non possiede uno smartphone.

Tuttavia, Pasterski aggiorna regolarmente un blog (PhysicsGirl), in cui descrive le sue esperienze e i suoi risultati.

Sabrina si è distinta tra il crescente numero di laureati in fisica negli USA, circa 7000 nel 2013, il doppio rispetto al 1999 (secondo l’American Institute of Physics).

Il professore di Harvard Andrew Strominger, che pubblicherà a breve un articolo con il famoso Stephen Hawking ed insegna a Pasterski, ha riferito grandi cose su di lei; la ragazza ha inoltre ricevuto centinaia di migliaia di dollari dalle fondazioni scientifiche Hertz, Smith e National Science Foundation, come borsa di studio.

Pasterski, che parla in maniera frenetica, afferma di aver sempre cercato di superare i suoi limiti: “Ho cercato di superare me stessa per anni, e questo mi ha condotta nel mondo della fisica.”

Fuori dal comune

Nonostante il suo curriculum incredibile, Pasterski fu inizialmente messa in lista d’attesa dal MIT quando si iscrisse; i professori Allen Haggerty e Earli Murman, che avevano visto un video di Pasterski mentre costruiva il suo aereo, erano basiti.

“Il video ci ha fatto rimanere a bocca aperta” afferma Haggerty. “Il suo potenziale è sicuramente fuori dal comune.”

Per intercessione dei professori, Pasterski fu sottoposta ad un esame anticipato, che passò con il massimo dei voti (non c’erano dubbi).

Vita privata

Figlia unica, Pasterski parla in maniera molto particolare; afferma di avere un paio di amici a cui è molto legata, ma non ha mai avuto un fidanzato, non ha mai bevuto alcolici e non ha mai fumato una sigaretta. Afferma: “Preferisco stare lucida, e spero di essere conosciuta per quello che faccio e non per quello che non faccio.”

Nonostante i suoi mentori si lancino in previsioni sfrenate riguardo alla sua futura fama nel mondo della fisica, Pasterski rimane con i piedi per terra: “Un fisico teorico che afferma che risolverà uno specifico problema a lungo termine sta praticamente garantendo che non lo farà. Quello che intendo fare è stare tranquilla, e divertirmi con la materia”

Source

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here