Paralisi nel sonno: l’origine della parola incubo

0
94

Immaginate di svegliarvi nel cuore della notte, al buio, e scoprire di essere paralizzati da testa a piedi, mentre siete completamente lucidi e coscienti.

Come se non bastasse, in voi si insinua un senso di panico, causato dalla sensazione che qualcuno (o qualcosa) si trovi nella stanza con voi, magari adagiato sulla vostra cassa toracica rendendovi difficile respirare.

Questo fenomeno pazzesco si chiama paralisi nel sonno, e secondo le statistiche l’8% degli individui ne soffre almeno una volta nella vita.

Si tratta di uno stato di transizione tra la veglia e il sonno, caratterizzato dall’incapacità del soggetto di muoversi, parlare, o reagire a qualunque tipo di stimolo, pur essendo completamente consapevole dell’ambiente che lo circonda.

La paralisi nel sonno si verifica di solito mentre un individuo cerca di addormentarsi, o durante il risveglio. Può essere un fenomeno davvero spaventoso se non si è al corrente della sua esistenza, ed è caratterizzato da:

1) Difficoltà a respirare profondamente, come se il torace fosse compresso da un peso

2) Incapacità di muoversi, fatta eccezione per gli occhi

3) Allucinazioni terrificanti, alle quali la persona non è in grado di reagire a causa della paralisi

4) Profonda sensazione di panico

La lunghezza di un episodio di paralisi nel sonno può variare da pochi secondi fino a circa 2 minuti; al termine il soggetto recupera completamente la capacità di muoversi, ma può essere talmente spaventato ed inquieto da non avere il coraggio di tornare a dormire.

Allucinazioni vivide, come il sentire voci “demoniache” o intravedere creature soprannaturali, sono state documentate durante il fenomeno; alcuni scienziati hanno proposto che la paralisi del sonno sia una spiegazione plausibile per gli avvistamenti di fantasmi o alieni.

john_henry_fuseli_-_the_nightmare

L’incubo, di Henry Fuseli (1781), è considerato una delle classiche rappresentazioni di paralisi nel sonno concepita come la visita di un demone

Cause della paralisi nel sonno

La paralisi si verifica quando una parte della fase REM è al lavoro mentre siamo lucidi e coscienti.

La fase REM è una fase del sonno durante la quale il cervello è estremamente attivo e i sogni sono più frequenti. Il corpo durante la fase REM è tendenzialmente immobile, probabilmente per evitare che l’individuo si faccia del male reagendo ai sogni che sta facendo.

Non è chiaro come la fase REM possa attivarsi mentre una persona è sveglia, ma ci sono alcune possibili spiegazioni:

1) Non dormire abbastanza (magari a causa di insonnia)

2) Irregolarità nei periodi in cui si dorme (ad esempio a causa del jet lag)

3) Narcolessia (una malattia che porta la persona ad addormentarsi improvvisamente in momenti inappropriati, per esempio alla guida di un’auto)

4) Una storia familiare di paralisi nel sonno

Dormire almeno 6 ore per notte e in maniera regolare di solito evita che il disturbo si ripresenti, tuttavia se i casi di paralisi sono frequenti e cronici è consigliato consultare un medico e programmare una terapia.

Nella storia

Nel corso dei secoli, i sintomi della paralisi nel sonno sono stati descritti in vari modi e spesso attribuiti a presenze diaboliche: demoni notturni nei tempi antichi, e più recentemente rapitori alieni.

Praticamente qualsiasi cultura parla di strane creature oscure che terrorizzano esseri umani indifesi durante il sonno, nelle ore notturne.

Le paralisi notturne erano considerate opera di demoni, nello specifico incubi, che si credeva si sedessero sul torace delle vittime causandogli difficoltà nel respirare.

La prima definizione di paralisi nel sonno, addirittura, fu scritta da Samuel Johnson nel suo “Dizionario della lingua Inglese”, ed era una parola oggi eloquente: “nightmare”, ovvero “incubo” in italiano.

http://www.livescience.com/27621-sleep-paralysis-scary.html

http://www.webmd.com/sleep-disorders/guide/sleep-paralysis#1

https://en.wikipedia.org/wiki/Sleep_paralysis

 

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here