Tra 50 anni mangeremo probabilmente insetti, per far fronte alla sovrappopolazione

0
199

Tra 50 anni mangeremo insetti.

Perlomeno, è una delle più semplici soluzioni al continuo aumento della popolazione (70 milioni di persone ogni anno) e alla sempre minore disponibilità di terreno e risorse per allevare bestiame.

2 miliardi di persone in varie aeree del mondo li mangiano già regolarmente, ed è molto probabile che anche voi li abbiate mangiati; molti prodotti di consumo contengono infatti una quota di insetti, per esempio la birra (2500 afidi ogni 10 grammi di luppolo consentiti), il succo di frutta (1 verme ogni 250 ml), il curry (100 frammenti di insetto ogni 25 grammi) e la lista si allunga di molto. Quest’ultima statistica è legata al fatto che i procedimenti di produzione industriali hanno controllo fino ad un certo punto su ciò che finisce nel cibo; ovviamente i procedimenti di sterilizzazione eliminano il rischio batteriologico.

In ogni caso, gli insetti sono vantaggiosi da mangiare per svariati motivi: il contenuto proteico è simile a quello del bestiame da carne (ad esempio la cavalletta contiene come proteine 205 g/kg contro 250 g/kg del manzo).

Inoltre sono più efficienti nel convertire cibo in massa corporea, essendo a sangue freddo: 2 kg di cereali possono produrre 1 kg di insetti, mentre sono necessari 8 kg (in media) per 1 kg di carne di manzo.

Hanno inoltre bisogno di meno terreno e acqua per essere allevati, e possono consumare sostanze di rifiuto animali e vegetali.

L’allevamento di insetti potrebbe costituire inoltre un importante business nei paesi in via di sviluppo, per l’economia e la facilità di allestimento.

Ma che sapore hanno gli insetti? Molti sono stati paragonati ad altri cibi; le termiti sanno di menta, mentre alcuni sanno di bacon. Gli scorpioni (molto mangiati in cina) sanno di pesce, mentre le tarantole sono state definite simili ai gamberi o secondo altri al pollo.

http://www.iflscience.com/environment/will-we-all-be-eating-insects-50-years/

 

Facebook Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here